Inizializzazione in corso

Pasquale Villari alla libreria Salvemini di Firenze. Il 6 ottobre sarà presentato il libro di Salvatore La Lota Di Blasi. (Foto)

0
Settembre 22, 2017, visualizzato 682 volteNews

Firenze 22 settembre 2017 - Pasquale Villari, storico e filosofo, autore delle opere su Girolamo Savonarola e Niccolò Machiavelli, sarà ricordato nei cento anni dalla morte, (1917 -2017), a Firenze il 6 ottobre 2017 allre ore 18 in un incontro culturale alla libreria Salvemini in piazza Salvemini 18.  Sarà presentato  il libro di Salvatore La Lota Di Blasi (in foto tra Giani e Ceccuti) dal titolo Pasquale Villari, uno storico positivista alla ricerca del Medioevo. Con alcuni inediti dei carteggi della Biblioteca Umanistica di Firenze e della Biblioteca Apostolica Vaticana. (Il prato 2016). Autore della copertina il Maestro Nano Campeggi. Presenteranno il volume lo storico del Medioevo dell’Università di Firenze Francesco Salvestrini e Cosimo Ceccuti, Presidente della Fondazione Spadolini Nuova Antologia.
 

l lavoro di La Lota di Blasi,  analizza il percorso storiografico dello storico napoletano. Pasquale Villari medievista, modernista e positivista. Un lavoro certosino che ricostruisce il percorso storiografico di Villari, che si intreccia anche con le tematiche filosofiche della seconda metà dell’Ottocento. Infatti il libro si articola attraverso un percorso ragionato che mette in luce i vari passaggi di Villari non solo storico, ma anche filosofo votato al positivismo. La Lota di Blasi ha sviluppato l’opera attraverso uno studio e una ricerca delle fonti, esaminando i Fondi Villari presenti a Firenze presso la Biblioteca Umanistica di Firenze e a Roma presso la Biblioteca Apostolica Vaticana. Sono state esaminate le lettere ricevute e scritte da Pasquale Villari e inerenti alla formazione delle sue principali opere storiografiche. Infine il lavoro punta alla descrizione di Villari docente dell’Istituto di Studi Superiori di Firenze; del rapporto con gli allievi e nella sua parte finale del metodo seguito da Villari a lezione: in questo ultimo caso è stato utile lo studio del manoscritto anonimo ‘Il pasticcio dello scolaro’”.

La ricerca su Villari si è aggiudicata nel 2015 la XIX edizione del Premio Spadolini Nuova Antologia con un riconoscimento speciale del Presidente della Camera dei Deputati. E’ stato presentato ufficialmente per la prima volta a Palazzo della Regione Toscana il 6 ottobre del 2016 nella Sala del Gonfalone, alla presenza del Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani, di Cosimo Ceccuti presente della Fondazione Spadolini N. Antologia,  del pittore Nano Campeggi autore della copertina e del coordinatore nazione del Premio Internazionale Le Muse, Maurizio Mancianti. Una seconda presentazione si è tenuta a Palazzo Giugni Fraschetti al Lyceum Club Internazionale di Firenze, il 6 marzo 2017 con la presidente Donatella Lippi per la sezione letteratura e giovani presieduta da Anna Borgia e Paola Pirolo.

 Adesso il libro verrà presentato per la terza volta a Firenze,  a chiusura dell’anno in cui ricorre il centenario della morte del Villari nella storica libreria Salvemini in centro.  Il libro è stato interamente illustrato dall’autore.

L'autore

Salvatore La Lota Di Blasi nasce a Vittoria in provincia di Ragusa nel 1980. Dopo aver conseguito la prima laurea in Giurisprudenza nel 2008 a Catania decide di non esercitare la professione di avvocato, di non proseguire gli studi avviati per la carriera di magistrato e di dedicarsi invece interamente alla ricerca storica. Nel 2012 si trasferisce a Firenze continuando a collaborare con alcuni giornali siciliani tra cui La Sicilia e il Corriere di Ragusa, La Provincia di Ragusa. A Firenze inizia un percorso di formazione giornalistica presso QN La Nazione,  nella redazione Cronaca di Firenze.

Fonda nel 2013 insieme ad esperti restauratori dell’Opificio delle Pietre Dure la Ca.Li.Per. Officina, azienda specializzata nel restauro di materiali cartacei e pergamenacei. Tale realtà aziendale si aggiudica nel 2014 il premio “Made in Florence: Eccellenza produttiva della Toscana”. Il 2014 è anche l’anno del conseguimento della seconda laurea magistrale in Scienze Storiche, con il massimo dei voti e la lode, presso l’Ateneo fiorentino sotto la guida dello storico del Medioevo Francesco Salvestrini. Scrive una tesi dal titolo Pasquale Villari, uno storico positivista alla ricerca del Medioevo, che nel 2015 si aggiudica la XIX edizione del Premio Spadolini Nuova Antologia con il riconoscimento della Camera dei Deputati.  
Nel 2016 viene nominato membro dell'Accademia Mauriziana Internazionale, come Accademico d'Onore per l'attività di ricerca e culturale svolta. Dal 2017 è stato fatto  membro dell'Istituto Italiano dei Castelli sez. Sicilia e Socio amico del Lyceum Club Internazionale di Firenze". 

 

Articoli correlati

Lascia il tuo commento

Nome Cognome *

Commento *

INVIARESET

Attenzione

CHIUDI